Agrigento murales: quartiere Santa Croce, quartiere migrante...
    photo: Enrico Montalbano
Sabato 3 e domenica 4 febbraio 2018, si è svolta al cinema De Seta (Cantieri Culturali alla Zisa) la tappa palermitana della rassegna "Viaggio in Italia col cinema tunisino"organizzata da SudTitles Palermo e la neonata Cineteca Nazionale di Tunisi, che ha girato in queste settimane diverse città italiane.
All'interno della rassegna ho presentato i cortometraggi "Kif Kif - siciliani di Tunisia (del 2012- di Enrico Montalbano e Laura Verduci) e "Marinette torna a casa" (del 2014 - di Enrico Montalbano, in collaborazione con Laura Verduci) primi appunti video del progetto VENTO, che oggi riprendo con la rinnovata idea di realizzazione di un film-documentario, insieme a Koiné Film, casa di produzione di Palermo. Sono stati due giorni di visioni intense, interessanti documentari e bellissime pellicole classiche della cinematografia  tunisina, ma anche terreno di scambio per future collaborazioni.


Si apre una nuova collaborazione nel percorso del progetto VENTO. Koiné Film, produzione siciliana, di Palermo, ha deciso con l'autore di intraprendere un processo di sviluppo creativo e di progettazione, al fine di poter realizzare un film-documentario che vuol raccontare dei legami umani tra Sicilia e Tunisia, in un viaggio di andata e ritorno tra le due sponde, andando sulle tracce dell'emigrazione siciliana in Tunisia, per ritrovarsi nel cuore di Palermo, città millenaria di culture, capitale per certi versi più mediorientale che europea.
Durante l'anno 2018 intraprenderemo una serie di iniziative, fondamentali per il percorso produttivo, alcuni delle quali vedranno anche il coinvolgimento di quanti vorranno sostenerci.
Buone visioni dunque...
Comunicazione: a breve il blog sarà rinnovato e aggiornato, con nuovi documenti e narrazioni, correlato di fotografie e materiale audiovisivo. A prestissimo...buone visioni!

Come folate di vento si muovono le persone. Il VENTO alza polveri, trasforma, rimodella.
Ecco la metafora da cui voglio partire. Un vento passa e ripropone. Ricompone mentre  muove.
Le migrazioni sono come il vento. Mutano gli assetti, modificano i paesaggi.
I paesaggi sono le cose e le persone. Il loro modo di vivere, di pensare.
Un cambiamento lento e inevitabile si ripropone.